quotidiano entoi locali, piscino etc…

Bilancio e contabilità
18/12/2014
Effetti dell’approvazione del bilancio di previsione con preavviso inferiore a quello previsto dal regolamento di contabilità
 

E’ illegittima la delibera con la quale il consiglio comunale approva il bilancio di previsione con un preavviso inferiore a quello previsto dal regolamento di contabilità. L’art. 74, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, impone infatti ai regolamenti di contabilità dei Comuni la previsione di un congruo termine per gli adempimenti concernenti la predisposizione ed approvazione del bilancio e dei suoi allegati; detti regolamenti devono altresì indicare i termini entro i quali possono essere presentati da parte dei membri dell’organo consiliare emendamenti agli schemi di bilancio predisposti dall’organo esecutivo.

T.A.R. Sicilia, Catania, Sez. III, 23 ottobre 2014, n. 2824

Tributi locali
17/12/2014
Proroga dei termini di pagamento IMU per i terreni agricoli montani e interventi di regolazione contabile
 

Con il decreto in commento, pubblicato nella G.U. n. 291, il termine per il versamento dell’imposta municipale propria (IMU), relativa al 2014, è prorogato al 26 gennaio 2015.

Inoltre, vengono emanati altri interventi di regolazione contabile di fine esercizio finanziario: fondo emergenze nazionali, supplenze brevi, sterilizzazione clausola di salvaguardia del D.L. n. 66 del 2014, ristrutturazione debito delle Regioni.

D.L. 16 dicembre 2014, n. 185 (G.U. 16 dicembre 2014, n. 291)

 

Bilancio e contabilità
17/12/2014

Bilanci comunali: prima proroga al 31 marzo 2015

I bilanci preventivi 2015 degli enti locali incontrano già la prima proroga, grazie all’intesa sancita ieri in Conferenza Stato-Città sul rinvio del termine dal 31 dicembre al 31 marzo prossimo. Un rinvio inevitabile, perché la scelta di replicare anche nel 2015 l’accoppiata di Imu e Tasi è lontana dal risolvere le tante incertezze che circondano la finanza locale.

Fonte: Gianni Trovati, Bilanci comunali: prima proroga al 31 marzo 2015, Il Sole 24 Ore, mercoledì 17 dicembre 2014, pag. 42

Sullo stesso argomento:

  • Bilanci comunali al 31 marzo, Italia Oggi, mercoledì 17 dicembre 2014, pag. 35
 

Ordinamento istituzionale
17/12/2014

Province, il dissesto è alle porte

Che le regioni si sarebbero orientate verso un “no grazie” era apparso in modo evidente dopo le prime riunioni degli Osservatori regionali. Nelle province tutto resta così com’è. Continueranno ad esercitare non solo le funzioni ancora loro riconosciute come fondamentali (edilizia scolastica, viabilità, ambiente) ma anche quelle che avrebbero dovuto trasferire alle regioni.

Fonte: Francesco Cerisano, Province, il dissesto è alle porte, Italia Oggi, mercoledì 17 dicembre 2014, pag. 35

Bilancio e contabilità
17/12/2014
Le decisioni di dicembre della Corte dei conti (I parte)
 

Si presenta di seguito una rassegna della principale giurisprudenza consultiva della Corte dei conti, pubblicata nella prima quindicina del mese di DICEMBRE 2014. I temi affrontati dal magistrato contabile riguardano gli appalti, i vincoli alle spese, anche di personale, il patto di stabilità, la gestione delle entrate, i “costi della politica”, i debiti fuori bilancio e le partecipazioni societarie/forme associative. Si presentano, inoltre, sentenze di condanna per danno erariale.


Documenti correlati:

Prima pagina : Le principali pronunce della Corte dei Conti-1/15 dicembre 2014

 
 
Personale ed Organizzazione
17/12/2014

Quali sono i “margini di valutazione” della PA in un procedimento disciplinare rispetto ai fatti accertati altrove?

a cura di Simone Chiarelli

In linea generale i margini di discrezionalità dell’Amministrazione sono ampli ed oggetto di un sindacato meramente esterno da parte del giudice. Varie sono le pronunce della giurisprudenza di cui si segnalano i principali spunti:

a) La valutazione in ordine alla gravità dei fatti addebitati ad un dipendente pubblico in relazione all’applicazione di una sanzione disciplinare costituisce espressione di discrezionalità amministrativa, non sindacabile dal giudice della legittimità, se non sub specie di eccesso di potere nelle sue varie forme sintomatiche, quali la manifesta illogicità, la manifesta irragionevolezza, l’evidente sproporzionalità e il travisamento;

b) spetta all’Amministrazione, in sede di adozione del provvedimento sanzionatorio, stabilire il rapporto tra l’infrazione e il fatto, il quale assume rilevanza disciplinare in base ad un apprezzamento di larga discrezionalità, insindacabile nel merito dal Giudice Amministrativo;

c) le vicende processuali penali, salvo che si concludano con un accertamento di insussistenza dei fatti o della loro inascrivibilità al soggetto, non precludono all’Amministrazione l’apprezzamento discrezionale dei comportamenti del dipendente pubblico al fine di adottare un trasferimento per incompatibilità ambientale, attesa l’autonomia tra processo penale definito con l’archiviazione ed una procedura di trasferimento per incompatibilità ambientale e, analogamente, tra archiviazione e procedimento disciplinare;

d) l’amministrazione dispone di un ampio potere discrezionale nell’apprezzare autonomamente le varie ipotesi disciplinari a carico dei propri dipendenti con una valutazione insindacabile nel merito da parte del Giudice Amministrativo;

e) la valutazione della gravità del comportamento del soggetto sottoposto a procedimento disciplinare rientra nella sfera discrezionale dell’amministrazione ed è sindacabile solo in presenza di specifici profili di eccesso di potere per manifesta illogicità, contraddittorietà e travisamento dei fatti.



Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...